The White Case

L’individuazione di un cambiamento dell’ambiente esterno e normativo ha consentito lo sviluppo di un progetto adatto a soddisfare le esigenze di un target di clienti.
Senza titolo-2.jpg

_

Il progetto TWC nasce in seguito allo scouting di nuove opportunità generate da modificazioni in corso nell'ambiente esterno.

Si è individuata un'opportunità in seguito ad un cambiamento inaspettato, come il grande attacco terroristico del 2001 negli USA, che ha costretto gli organi di controllo delle compagnie aree a modificare gli standard di sicurezza.

Gli standard di controllo, dei passeggeri e delle merci, sono cambiati e oggetti come gli strumenti musicali di pregio, che abitualmente viaggiavano con i musicisti, non potevano più essere trasportati in cabina.

L’esigenza di trovare una soluzione, all’obbligo di imbarcare gli strumenti musicali come bagagli da stiva, nasce dalla necessità di preservare la sicurezza di questi beni. In particolare i fattori sui quali concentrarsi, per offrire reali garanzie ai proprietari, erano determinati dal valore affettivo del bene per il musicista, dal valore economico, dall’unicità del bene (in alcuni casi d’epoca e non riproducibile) e dalla necessità di aver lo strumento perfettamente funzionante all’arrivo a destinazione, garantendo condizioni di trasporto che preservassero i parametri ambientali ottimali (temperatura, umidità...)

Il progetto ha visto la realizzazione di una custodia in materiale composito con doppio guscio (guscio interno sospeso ammortizzato), la messa a punto di un sistema di controllo della temperatura e di controllo e adeguamento dell’umidità, nonché lo studio di un sistema di localizzazione con segnalazione della posizione su smartphone.